Dal archivio: Una lectio sul Vangelo si stasera.

Nova et vetera

Hobz azzmu u nbid [3673]

Al cuore della vita cristiana sta il grande mistero della Pasqua, quegli eventi della passione, morte e risurrezione di Gesù che celebriamo in modo particolare questi giorni della Settimana Santa. Ormai, molti di noi cristiani gli prendiamo quasi per scontati (se non altro, per abitudine) e non rendiamo conto della portata di quello che celebriamo, e sottovalutiamo la fatica che ciò spesso comporta, San Paolo dice che la croce è “scandalo per i Giudei, stoltezza per le genti” (1 Cor 1,23), e per molte persone rimane anche oggi uno scandalo, nel senso etimologico, cioè una pietra d’inciampo. Perché mai la morte cruenta e crudele tramite la crocefissione – una delle torture peggiori che si possa immaginare – abbia un valore salvifico per noi e per tutti?

Gesù, però, ci offre una risposta. La sera prima della sua Passione compie due gesti che danna una chiave di letture alla…

View original post 958 more words

Advertisements